Red Velvet

Oggi e’ il mio primo giorno ufficiale in maternita, anche se in realta’ ho un sacco di cose da fare! Spero la settimana prossima di essere un pochino piu’ tranquilla, anche se la colazione a letto di questa mattina mi ha regalato grandi soddisfazioni 😉

Ho per voi pronta una bella e classica ricetta anglosassone, nella versione di Claire Ptak (credo di aver quasi provato tutte le ricette dolci del libro della Violet Bakery…). Quello che preferisco delle ricette dell’americana e’ la sua passione per la frutta, che anche io adoro. Anche se in questo caso, di frutta non ce n’e’ (ma d’altra parte, non si puo’ essere sempre troppo salutari, e men che meno quando si preparano dolci!) La ricetta e’ molto abbondante, io ho preparato due torte (diametro 15 cm) e un po’ di cupcake con questi ingredienti, quindi sentitevi liberi di modificare le quantita’ a seconda delle vostre necessita’.

Red Velvet (cake o cupcakes!)

Ingredienti

* 600 g di zucchero
* 1 cucchiaino di sale
* 5 uova
* 250 g di olio vegetale
* 5 cucchiai di colorante rosso per alimenti
* 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
* 50 g di cacao in polvere
* 560 g di farina
* 100 g di maizena
* 500 g di “buttermilk” o yoghurt bianco
* 2 cucchiaini di bicarbonato
* 2 cucchiai di aceto di vino bianco

Per la copertura di crema:
*200 g di burro
* 250 g di formaggio tipo Philadelphia
* 750 g di zucchero a velo
* 1 cucchiaino e mezzo di estratto di vaniglia

Preparazione

Nota introduttiva: Questa ricetta, in teoria, produce una torta da 4 strati (tortiere da 15 cm) o 30 cupcake. Nel mio caso, ho preparato due tortiere da 20 cm (erano torte da regalare) e un po’ di cupcake da provare a casa 🙂
1) Accendiamo il forno a 160 gradi. Prepariamo le tortiere, o gli stampi da cupcake imburrando le prime e/o foderandole di carta forno, o inserendo le capsule nei secondi.
2) In una ciotola capiente, mescoliamo con la frusta lo zucchero, le uova, il sale, l’olio, il colorante e la vaniglia. Mescoliamo fino a che lo zucchero inizia a dissolversi.
3) In un’altra ciotola, nel frattempo, setacciamo il cacao in polvere, la farina e la maizena (normalmente non setaccio ma in questo caso, soprattutto per evitare grumi di cioccolato, lo consiglio).
4) In una terza ciotola (questa ricetta richiede grande dispendio di ciotole!) mettiamo lo yoghurt/buttermilk. In una ciotolina (!!!) mescoliamo il bicarbonato con l’aceto e aggiungiamo questo allo yoghurt. L’acidita’ fara’ si che il composto faccia le bollicine. Un po’ di chimica con la pasticceria! 🙂
5) Aggiungiamo meta’ del composto di farina a quello d’uovo, incorporiamo bene e a continuazione aggiungiamo poi anche meta’ dello yoghurt/buttermilk, badando bene ad ottenere un composto omogeneo. Ripetiamo il processo con la meta’ rimanente delle due ciotole.
6) Dividiamo il composto a seconda di quello che vogliamo preparare. Per la cottura, a modo indicativo e ovviamente a seconda del forno che utilizziamo, ci vorra’ 35 minuti circa per le tortiere da 15 cm, per una tortiera da 20 cm circa 50 e per i cupcake circa 20 minuti. Prestate attenzione a quanto composto avete per ogni tortiera, settate il timer per il minimo e poi controllate ogni cinque minuti circa, cosi’ non rischiate bruciature 🙂
7) Per la copertura, con una frusta elettrica sbattiamo il burro (a temperatura ambiente!) fino ad arearlo ed ottenere una specie di crema soffice. Vi aggiungiamo quindi il formaggio e poi aggiungiamo, poco a poco, anche lo zucchero a velo (anche in questo caso, setacciato, lo potete aggiungere direttamente mentre lo setacciate, i grumi dello zucchero a velo sono una rottura da sciogliere).
8) Una volta aggiunto tutto lo zucchero a velo, puliamo con una spatola i bordi della ciotola, aggiungiamo la vaniglia e poi mescoliamo alla velocita’ minima il composto per 5 minuti almeno (settate un timer!). Vedrete la crema diventare progressivamente piu’ leggera e soffice.
9) Una volta raffreddata la torta, o i cupcake, spalmiamo a nostro piacimento la crema tra gli strati o con una tasca decoriamo i cupcake.
NOTA: La crema puo’ rimanere a temperatura ambiente un paio d’ore. Alternativamente, la possiamo conservare in frigo per una settimana. Se scegliamo di conservarla in frigo, prima di utilizzarla la lasciamo a temperatura ambiente mezz’ora circa e con una frusta elettrica la “rianimiamo” per cinque minuti circa.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s